X

Dalla televisione svizzera, giugno 2021

Dalla televisione svizzera, giugno 2021

L'Italia è, assieme alla Cina, il paese che conta il maggior numero di siti iscritti al Patrimonio mondiale dell'Unesco. Una lista con 55 nomi e a cui in luglio potrebbero aggiungersi anche i portici di Bologna.

In Strada Maggiore, il tratto cittadino della via consolare Emilia che unisce Bologna a Roma, spicca Casa Isolani, una rara costruzione civile bolognese del XIII secolo ancora visibile nel suo stato originale, sorretta da un portico ligneo, in stile romano e gotico, alto nove metri. La storia dei portici bolognesi è iniziata nel medioevo e si è perpetuata attraverso le varie epoche fino ai giorni nostri. Molto si è trasformato nell’arco del tempo ma di questo cammino, la città di Bologna, conserva molte tracce.

Passeggiando sotto i quaranta chilometri di portici racchiusi nella cerchia delle mura del XIII secolo, si attraversano diversi stili architettonici, arte e cultura. Un percorso "lineare", un cammino protetto che è anche un sentiero nel tempo. Permea ogni angolo della città antica e si dispiega in periferia, estendendo così la sua lunghezza totale a oltre sessanta chilometri. Leggi tutto l'articolo sulla fonte: https://www.tvsvizzera.it/tvs/architettura_i-portici-di-bologna-patrimonio-mondiale-dell-umanità/46648088

Contattaci

Ti risponderemo al più presto

  Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/03. Leggi informativa completa

Contattaci

Ti risponderemo al più presto

  Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/03. Leggi informativa completa